Rilasciato DragonFlyBSD 6.0

DragonFlyBSD 6.0 è stato lanciato ufficialmente il 10 maggio come versione più recente di questo popolare sistema operativo BSD.

Dopo i recenti lanci di FreeBSD 13.0 e OpenBSD 6.9, DragonFlyBSD 6.0 è diventato l’ultima versione di questo sistema operativo BSD forkato molto tempo fa da FreeBSD.

Ci sono molti miglioramenti al kernel e altre modifiche da trovare con DragonFlyBSD 6.0, alcuni dei punti salienti includono:

– Miglioramento del paging della memoria, varie ottimizzazioni del codice in tutto il kernel in nome di prestazioni migliori, ridotta frammentazione della memoria e altre ottimizzazioni.

– Il driver AMDSMN è stato portato da FreeBSD.

– Migliore supporto del frame-buffer EFI.

– I processori Intel vulnerabili a Meltdown vengono ora rilevati durante l’avvio.

– Il file system HAMMER2 ha il supporto iniziale di più volumi e altre aggiunte e pulizie.

– Miglioramenti “significativi” delle prestazioni di TMPFS.

– Supporto per i controller Ethernet Intel I219 più recenti, tra gli altri aggiornamenti.

– Aggiornato il supporto del driver grafico rispetto allo stato upstream di Linux 4.10.17.

– DSynth ora supporta la compressione Zstd insieme a una varietà di altri aggiornamenti.

– Un nuovo driver del file system EXT 2/3/4 non GPL.

– GCC 8 è il compilatore C / C ++ predefinito di DragonFlyBSD 6.0.

DragonFlyBSD 6.0 può essere scaricato da DragonFlyBSD.org.

Rilasciato OpenBSD 6.9

Dopo il recente rilascio di FreeBSD 13.0 e prima dell’imminente arrivo di DragonFlyBSD 6.0 è ora OpenBSD 6.9 che inaugura il mese di maggio 2021.

OpenBSD 6.9 è ora disponibile con un’ampia varietà di miglioramenti per il supporto del driver hardware e per migliorare le sue capacità software competendo con altri BSD e sistemi operativi in ​​generale. OpenBSD 6.9 in particolare offre un supporto preliminare per il SoC ARM64 M1 di Apple insieme ad altri hardware moderni.

– Il driver ASTFB è stato aggiunto per fornire supporto frame-buffer per i controller ASpeed ​​BMC.
– È stato aggiunto il supporto preliminare per il SoC Apple M1 su più driver.
– Una vasta gamma di altri miglioramenti di OpenBSD su ARM64.
– RAID1C è stato aggiunto per una configurazione RAID1 SOFTRAID crittografata.
– Supporto per un processo per aprire più volte un dispositivo video, che risolve i problemi con Firefox e altri software.
– Vari miglioramenti SMP.
– Il supporto per AMD Vi e Intel VT IOMMU è stato abilitato.
– Il debugger LLDB di LLVM è ora supportato per la compilazione e l’installazione nello spazio utente di OpenBSD.
– Una vasta gamma di miglioramenti ai driver di rete.
– Molti miglioramenti grazie agli ultimi componenti OpenSSH e LibreSSL. tra gli altri aggiornamenti software.

Download e maggiori dettagli sulle modifiche tramite l’annuncio di rilascio su OpenBSD.org.

Rilasciato FreeBSD 13.0

FreeBSD 13.0-RELEASE è ufficialmente disponibile dal 13 aprile 2021 come debutto del grande aggiornamento delle funzionalità di FreeBSD 13.

FreeBSD 13.0 offre miglioramenti delle prestazioni (in particolare per le CPU Intel che abbiamo visto nei benchmark grazie agli hardware P-states), l’aggiornamento a LLVM Clang 11 come toolchain del compilatore predefinito, miglioramenti al supporto POWER 64 bit, un’ampia varietà di miglioramenti di rete, ARM a 64 bit (AArch64) ora è un’architettura di primo livello insieme a x86_64, miglioramenti di avvio EFI, AES-NI è ora incluso per impostazione predefinita per build generiche del kernel, il supporto CPU predefinito per i386 viene spostato a i686 da i486 e una varietà di altri miglioramenti del supporto hardware.

Vari strumenti GNU obsoleti sono stati rimossi come una vecchia versione di GNU Debugger usata per crashinfo, GCC 4.2.1 e Binutils 2.17 obsoleti sono stati eliminati dall’albero principale e anche il passaggio a una versione BSD di grep.

Maggiori dettagli su tutte le modifiche da utilizzare con FreeBSD 13.0 possono essere trovati tramite l’annuncio di rilascio.

Rilasciato OpenBSD 6.7

Il 19 maggio 2020 è stato rilasciato OpenBSD 6.7Coral Fever

Il changelog è molto corposo. Tra le novità principali si nota il passaggio al filesystem FFS2 di default per tutte le nuove installazioni, miglioramenti alle funzionalità SMP, miglioramenti al supporto hardware per varie piattaforme soprattutto ARM-based e molte nuove schede di rete e controller supportati.

Per maggiori dettagli potete fare riferimento al messaggio di annuncio.

 

Rilasciato OpenIndiana “Hipster” 2017.04

Agli inizi di maggio è stata rilasciata la nuova snapshot di OpenIndiana targata 2017.04.

Le novità in essa contenute sono:

  • Supporto per USB 3.0
  • il porting di Intel KMS è stato riscritto per supportare un maggior numero di CPU
  • XOrg è stato aggiornato alla versione 1.18.4
  • Mate Desktop è stato aggiornato alla versione 1.16
  • Numerose applicazioni end-user sono adesso fornite come 64-bit only
  • E’ stato inserito il servizio ca-certificates per rigenerare il CA Bundle

Ulteriori informazioni possono essere trovate nelle note di rilascio, e i media possono essere scaricati su http://dlc.openindiana.org/.

1 2 3 10