UnixTimestamp raggiunge quota 17

The Unix timestamp will begin with 17 this Tuesday 14 November 2023 10:13:20 PM UTC. Here is how to see Unix time on your system. For #macos #freebsd #bsd run 
date -ur 1700000000

For #GNU #Linux type: 
date -ud @1700000000Questo martedì 14 novembre 2023 alle 10:13:20 PM UTC lo unix timestamp, ovvero il numero intero che nel mondo Unix esprime la data corrente in termini di secondi trascorsi dal 1 gennaio 1970, raggiungerà il valore 1700000000.

La cosa costituisce un momento di celebrazione e festa nel mondo nerd che gira intorno ad Unix e Linux, e dunque in questi giorni sono comparsi diversi post sui social network e articoli che celebrano la ricorrenza.

E voi siete pronti a festeggiare? 😀

 

Rilasciato GhostBSD 23.10.1

GhostBSD LogoGhostBSD, il sistema operativo basato su FreeBSD focalizzato sul desktop computing, ha rilasciato una nuova versione del progetto che introduce un aggiornamento del kernel e una serie di miglioramenti di rete, insieme a modifiche minori.

“Siamo lieti di annunciare il rilascio di GhostBSD 23.10.1. Questa versione potrebbe sembrare strana rispetto alle versioni precedenti, ma è corretta. Dopo averci riflettuto più a fondo, il sistema operativo di base non viene aggiornato tanto quanto i pacchetti software. Quindi, abbiamo deciso di riportare la versione di rilascio a una statica invece di cambiarla ad ogni aggiornamento del pacchetto software. I pacchetti software verranno aggiornati il più spesso possibile, come prima, e se ci sono problemi significativi, modifiche o problemi di sicurezza prima del 24.01.1, verrà creata una versione 23.10.2. Consultate la roadmap per le versioni future. In questa versione, il sistema base e il kernel di FreeBSD sono stati aggiornati alla versione 1302508 e contiene aggiornamenti software, alcuni miglioramenti a Update Station e nuove funzionalità a NetworkMgr. Inoltre, os-generic-userland-devtools è stato rimosso dall’installazione predefinita per ridimensionare l’immagine del sistema live.”

L’annuncio di rilascio offre dettagli aggiuntivi. Download (pkglist): GhostBSD-23.10.1.iso (2,528MB, SHA256, torrent), GhostBSD-23.10.1-XFCE.iso (2,515MB, SHA256, torrent).

Rilasciato OpenBSD 7.4

Il team di OpenBSD ha annunciato il rilascio di OpenBSD 7.4, l’ultima versione del sistema operativo incentrato sulla sicurezza. La nuova versione include molti miglioramenti alla gestione macchine virtuali, migliori prestazioni SMP, aggiornamenti di rete wireless e un’interessante funzionalità di temporizzazione casuale per il demone cron.

“In cron(8) e crontab(5), aggiunto il supporto per offset casuali quando si utilizzano intervalli con un valore di passo in cron. Ciò estende la sintassi dell’intervallo casuale per supportare i valori di passo. Invece di scegliere un numero casuale tra i valori alto e basso , il campo viene trattato come un intervallo con un offset casuale inferiore al valore del passo. Questo può essere utilizzato per evitare problemi di Thundering Herd in cui più macchine contattano un server contemporaneamente tramite processi cron.

Inoltre è stata estensa e migliorata l’API ibuf in libutil e sono state aggiunte funzioni per tipi di dati più specifici, per modificare i dati a offset specifici, per ottenere e impostare il descrittore di file memorizzato su ibuf e per racchiudere in modo efficiente ibuf in imsgs. L’API ibuf viene utilizzata principalmente nei demoni di rete.

In wsconsctl(8 ), aggiunta la mappatura dei pulsanti per i clic con due e tre dita sui clickpad. In pax(1) e tar(1), non vengono più file che verranno saltati, accelerando la creazione dell’archivio quando vengono saltati molti file.”

Ulteriori dettagli possono essere trovati nell’annuncio di rilascio. Download (SHA256, firma, pkglist): amd64/install74.iso (603 MB), amd64/install74.img (664 MB).

FreeBSD 14 Alpha 2 disponibile – ultima serie per piattaforme 32-bit

Qualche settimana fa è iniziata la fase alpha di FreeBSD 14 ed ora è disponibile la seconda versione alpha settimanale per questo prossimo importante aggiornamento del sistema operativo BSD. La versione FreeBSD 14.0 Alpha 2 è ora disponibile mentre a breve dovrebbe iniziare il branching del codice stabile di FreeBSD 14.

Si prevede che le beta di FreeBSD 14.0 inizieranno all’inizio di settembre e dureranno per tutto il mese fino a FreeBSD 14 RC1 alla fine di settembre. Se tutto andrà bene dopo alcune release candidate settimanali, FreeBSD 14.0-RELEASE dovrebbe debuttare entro la fine di ottobre.

FreeBSD 14 apporta molti miglioramenti al supporto hardware e un’ampia varietà di miglioramenti del kernel rispetto alla serie FreeBSD 13.

Degno di nota è che FreeBSD 14 è l’ultima serie a supportare i sistemi a 32 bit. FreeBSD 15.0 eliminerà il supporto per le piattaforme hardware a 32 bit, sebbene i sistemi FreeBSD 15 a 64 bit manterranno il supporto per l’esecuzione di binari a 32 bit. Si prevede che la compatibilità binaria a 32 bit sarà supportata almeno fino a FreeBSD 16.

FreeBSD 14 aggiunge una nuova utility “fwget” per recuperare i pacchetti firmware. L’utilità fwget inizialmente può ottenere firmware per GPU Intel e AMD.

Tra le molte modifiche da trovare ci sono la sostituzione di sendmail con dma, Kinst come nuovo provider DTrace, makefs che aggiunge il supporto ZFS, boottrace è una nuova interfaccia per acquisire eventi di traccia durante i processi di avvio e arresto del sistema, l’offloading TLS del kernel che gestisce l’offload lato ricezione di TLS 1.3, supporto WiFi 6 iniziale in WPA, sh è ora la shell predefinita per l’utente root e una toolchain LLVM aggiornata.

Maggiori dettagli sui cambiamenti in arrivo con FreeBSD 14 tramite le RELNOTES che sono un work-in-progress.

I download di FreeBSD 14 Alpha 2 sono disponibili da download.freebsd.org.

NsCDE 2.3 ha l’aspetto del vecchio CDE

È ora disponibile una nuova versione del “Not so Common Desktop Environment”, un moderno desktop Linux che continua a imitare l’aspetto del vecchio ambiente desktop CDE Unix.

NsCDE 2.3 è uscito oggi e continua ad essere costruito su FVWM e ad offrire caratteristiche/funzionalità moderne pur somigliando a quello del Common Desktop Environment (CDE) che si trovava sui sistemi Unix e OpenVMS sin dagli anni ’90.

NSCDE

Con la versione NsCDE 2.3 è in sviluppo da quasi un anno. La versione 2.3 porta l’integrazione Qt6, i nuovi temi possono essere ricaricati senza riavviare FVWM, l’integrazione del tema CSS con le versioni più recenti di Firefox e Thunderbird, vari miglioramenti dell’integrazione X11, correzioni del tema GTK3 e un’ampia varietà di altri miglioramenti e correzioni dell’integrazione.

Download e maggiori dettagli sul desktop NsCDE ispirato a CDE sono disponibili sul GitHub del progetto .

1 2 3 4 53