Rilasciato OpenBSD 7.1, con supporto per Apple Silicon M1

Il sistema operativo incentrato sulla sicurezza preferito da tutti, OpenBSD 7.1 è stato rilasciato per diverse architetture, compresi i chip Apple M1.

Phoronix la definisce “la versione più recente di questo popolare sistema operativo BSD orientato alla sicurezza”.
Con OpenBSD 7.1, il supporto Apple Silicon è ora considerato “pronto per l’uso generale” con supporto per tastiera/touchpad per laptop M1, un driver del controller di gestione dell’alimentazione aggiunto, driver del controller I2C e SPI e una varietà di altre aggiunte di driver per supportare l’Apple Hardware in Silicon.

OpenBSD 7.1 ha anche una serie di altri miglioramenti a vantaggio delle architetture ARM a 64 bit (ARM64) e RISC-V. OpenBSD 7.1 offre anche miglioramenti del kernel SMP, supporto per futex con memoria anonima condivisa e altro ancora. Sul fronte grafico è in corso l’aggiornamento del codice DRM di Linux rispetto allo stato trovato in Linux 5.15.26 e ora abilita il supporto Intel Elkhart Lake / Jasper Lake / Rocket Lake.

The Register rileva che OpenBSD ora “supporta una gamma sorprendentemente ampia di hardware: x86-32, x86-64, ARM7, Arm64, DEC Alpha, HP PA-RISC, Hitachi SH4, Motorola 88000, MIPS64, SPARC64, RISC-V 64 e sia Apple PowerPC che IBM POWER.”

Il desk FOSS di The Register ha eseguito una copia in VirtualBox e siamo rimasti sinceramente sorpresi di quanto sia stato facile e veloce. Dicendo “sì” a tutto, ha partizionato automaticamente il disco della VM in un array piuttosto complesso di nove sezioni, ha installato il sistema operativo, un boot loader, un server X e un display manager, oltre al window manager FVWM. Dopo un riavvio, abbiamo ottenuto una schermata di accesso grafica e quindi un desktop in stile Motif piuttosto tardo degli anni ’80 con un xterm.

È stato facile installare XFCE, che ci ha permesso di impostare la risoluzione dello schermo e altre sottigliezze moderne, e ci sono anche KDE, GNOME e altri graziosi front-end, oltre a molti strumenti familiari come le app Mozilla, LibreOffice e così via.. ..

Ci aspettavamo di dover fare molto più lavoro. Sì, OpenBSD è un sistema operativo di nicchia, ma il progetto ha fornito al mondo OpenSSH, LibreSSL, il firewall PF utilizzato in macOS, gran parte della libreria C Bionic di Android e altro ancora… In un mondo di sistemi operativi multi-gigabyte, è abbastanza rinfrescante. Sembrava di tornare ai primi anni ’90, l’era di Real Unix, quando dovevi fare un vero sforzo e imparare cose per piegare il sistema operativo alla tua volontà, ma in cambio, hai ottenuto qualcosa di relativamente a prova di proiettile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.