Sun presenta la sua virtualizzazione

Sun ha presentato pochissimi giorni fa la sua offerta di virtualizzazione: il Sun xVM hypervisor.

Si tratta di un kernel leggero che eredita alcune solide tecnologie di virtualizzazione (come ZFS, FMA, Dtrace e Crossbow) dal kernel di Solaris, e supporta Java, Linux, Windows e OpenSolaris come guest su hardware Sun, Dell, HP e IBM.

La parte più interessante della notizia è che il progetto viene portato avanti secondo il modello Open Source, con il pubblico invito da parte del CEO di Sun a tutti gli sviluppatori e system administrator interessati a partecipare alla roadmap di sviluppo di xVM e xVM OpsCenter (il set di management dell’hypervisor), attraverso la community di OpenxVM.org

Multics rilasciato in Open Source

Pur non trattandosi di una notizia strettamente relativa a Unix, ci sembra doveroso riportare che in questi giorni il MIT ha rilasciato ufficialmente al pubblico i sorgenti di Multics, il sistema operativo “padre” di Unix (cfr. Storia di Unix).

Non esistono più hardware sui quali Multics potrebbe girare, e l’ultima installazione operativa è stata dismessa il 31 ottobre 2000, ma rimangono intatti il valore storico e l’importanza a livello accademico e di ricerca.

Multics fu il primo sistema operativo a introdurre molti concetti innovativi, tra cui quelli di time sharing, file system gerarchico e di linking dinamico, ed era estremamente potente, tanto che Unix può esserne considerato una “semplificazione”. Fu concepito per essere utilizzato sul mainframe GE-645 della General Electrics, un sistema a 36 bit general purpose.

I sorgenti sono disponibili a questo link, e sono quelli dell’ultima release MR12.5 prelevata direttamente al CGI di Calgary nel 2000, comprensivi del compilatore PL/1.

Nuovo AIX e nuovi server POWER6 da IBM

E’ di oggi la notizia che IBM ha presentato una nuova linea di server Blade basati sul nuovissimo processore POWER6. A corredo è stato rilasciato anche il nuovo AIX v6.

Le nuove lame Blade modello J22 sono dotate di processore Dual Core, ed introducono anche per la prima volta nel mondo PowerPC una architettura di virtualizzazione definita Advanced POWER Virtualization (APV).

La versione Enterprise di tale tecnologia include anche la Live Partition Mobility, esclusiva per AIX, che sfruttando le caratteristiche hardware e software e le funzioni specifiche del firmware consente di spostare le partizioni logiche a caldo da un server all’altro.

Tra le caratteristiche annunciate di AIX 6 abbiamo:

Workload Partitions, una tecnologia di virtualizzazione basata sul software che riduce il numero di immagini dei sistemi operativi che devono essere gestiti durante il consolidamento dei carichi di lavoro;
Live Application Mobility, una modalità per la riallocazione delle Workload Partitions tra i server che non richiede il riavvio dell’applicazione;
Role Based Access Control, un meccanismo di sicurezza che consente agli amministratori di concedere agli utenti, caso per caso, l’autorizzazione ad accedere e/o gestire specifiche risorse del sistema operativo.

AIX 6 rimane compatibile a livello binario con AIX 5L, e quindi tutti gli applicativi preesistenti dovrebbero girare senza nessun problema.

Sul sito IBM la notizia ufficiale.

Il sito cresce…

Salve a tutti! Il sito sta lentamente prendendo forma, non abbiamo voluto aspettare che fosse tutto pronto prima di renderlo disponibile al pubblico!

Stiamo inserendo le sezioni storiche principali relative alle varie versioni di Unix, e nel frattempo completiamo anche le sezioni interattive.

Intanto girate liberamente tra le pagine e fateci sapere cosa ne pensate!

1 48 49 50