Virtualizzazione gratuita per Mac OS X

Sun ha rilasciato un major update della sua piattaforma di virtualizzazione desktop open source VirtualBox, aggiungendo il supporto per Mac OS X e Solaris come sistemi host, insieme ad altri miglioramenti. I produttori di software come Parallels hanno prodotto software di virtualizzazione per Mac OS X per un pò di tempo, ma Sun è la prima a rilasciare per questa piattaforma un prodotto open source. coque iphone 8 VirtualBox era originariamente sviluppato dalla tedesca Innotek, che è stata acquisita da Sun in febbraio. coque iphone Compete contro una quantità di altre piattaforme di virtualizzazione, tra le quali il leader del mercato VMware. coque iphone xr La versione open source e gratuita è disponibile per il download, e Sun vende anche una versione sotto licenza proprietaria con funzioni aggiuntive come il supporto USB ed un server RDP (Remote Desktop Protocol). coque iphone 2019 La versione proprietaria è anch’essa disponibile come download gratuito, ma solo per uso personale; gli utenti business devono acquistare le licenze. coque iphone Oltre al supporto per Solaris e Mac OS X come host, VirtualBox 1.6 si integra al meccanismo di finestre dei guest Linux e Solaris, aggiunge un’interfaccia di programmazione per servizi web e aggiunge un controller per hard disk sata. coque iphone 6 Solaris è supportato come sistema guest, ma Mac OS X non lo è ancora. Tra gli altri sistemi guest sono inclusi Windows e un vasto numero di versioni di Linux e Unix, mentre gli host supportati comprendono Linux, Windows, ed un supporto sperimentale per OS/2 Warp.

Nuova release di Mac OS X

E’ stata da poco rilasciata tramite update automatico da parte di Apple la versione 10.5.4 di Mac OS X. coque iphone soldes Pare che le novità principali riguardino dei miglioramenti nella velocità di rendering delle pagine https e alla gestione dei certificati su smart card in Safari, mentre è stata accresciuta la stabilità di AirPort in reti wireless 5 Ghz. coque iphone xs max Da notare anche alcune patch per iCal che ne migliorano la funzione di sincronia con l’iPhone, e per quanto riguarda Space ed Expose è stata migliorata l’assegnazione delle applicazioni agli spazi. coqueiphone Ci sono anche delle piccole migliorie alla gestione dei documenti PDF, ed altri piccoli dettagli. acheter coque iphone en ligne Da notare anche, per quanto riguarda il cuore Unix del sistema operativo, gli aggiornamenti relativi a Perl, Ruby e gestione SNMP. vente de coque iphone Mancano invece delle fix relative ad un problema di sicurezza legato ad Apple Remote Desktop.

ZFS Su Mac OS X

E’ stata annunciata la disponibilità del filesystem ZFS di Sun Microsystem in open source per Mac OS X.

Lo ZFS è un filesystem innovativo e pluripremiato, caratterizzato da altissima scalabilità, semplice amministrazione, semantica transazionale e integrità dei dati a livello end-to-end.

Sono disponibili sia i sorgenti che i binari precompilati.

Anche Mac OS X Leopard è uno UNIX

Questa settimana il consorzio Open Group ha certificato l’aderenza di Mac OS X Leopard 10.5 alla Single Unix Specification UNIX’03, di conseguenza il sistema può fregiarsi del nome UNIX a tutti gli effetti, sia nella sua versione client che in quella server.

E’ la prima volta che un sistema derivato da sorgenti BSD Open Source ottiene questo riconoscimento, bisogna infatti dire che persino FreeBSD e i suoi fratelli possono considerarsi soltanto dei sistemi Unix-like.

Oltre all’autorizzazione d’uso del nome UNIX, l’aderenza alla specifica UNIX’03 significa che il sistema rispetta gli standard di interoperabilità fra i diversi Unix ed è lecito aspettarsi che le applicazioni certificate UNIX’03 potranno girare anche su Leopard.

1 2