OpenSolaris 2008.05 da un nuovo volto a Solaris

Agli inizi di febbraio la Sun Microsystems ha rilasciato una seconda anteprima del Progetto Indiana. Per chi non lo sapesse, Progetto Indiana è il nome in codice del progetto guidato da Ian Murdock (il fondatore di Debian ora assunto da Sun per occuparsi di OpenSolaris) che mira a spingere OpenSolaris su un maggior numero di desktop e notebook risolvendo i cronici problemi di usabilità di Solaris.

La Preview 2 era lontana dall’impressionare e non possedeva nessun serio vantaggio che potesse interessare un normale utente rispetto a un desktop GNU/Linux. Ma con la release di OpenSolaris 2008.05 “Project Indiana” prevista per maggio, la Sun ha rilasciato oggi una copia di test finale di questo sistema operativo. L’esperienza iniziale con questa nuova release è ampiamente migliore di quella avuta meno di tra mesi fa quando abbiamo dato un’occhiata al Progetto Indiana.

Ai tempi della Preview 2 si era detto che OpenSolaris sembrava un GNOME desktop di base simile a quello trovato in molte distribuzioni Linux, certo con molto impegno da parte degli engineer Sun a rendere Solaris un sistema più adatto al desktop, ma c’era ancora molto da fare per raggiungere questo obiettivo e non si vedeva il carisma e null’altro che avrebbe potuto rendere attraente l’utilizzo di questo sistema per un semplice utente desktop. Certo, D-Trace, ZFS e le altre tecnologie Solaris sono grandiose per un tecnico, ma a un utente normale non importa: il Progetto Indiana non include ancora nemmeno un Word Processor.

Queste affermazioni adesso sono parzialmente obsolete. Vi invitiamo a leggere la recensione completa nella nostra nuova sezione inaugurata per l’occasione.

Articolo originale su Phoronix

Nuova release per Solaris 10

In questi giorni è stato rilasciato ufficialmente Solaris 10 5/08. Si tratta di un aggiornamento che include miglioramenti al supporto su hardware Intel, una serie di nuove funzioni, applicativi aggiornati, l’introduzione di Solaris OnDemand, e aggiornamenti ai driver.

La maggior parte del materiale di marketing che circonda Solaris 10 5/08 riguarda i miglioramenti Intel contenuti in questa release, grazie alla collaborazione avvenuta negli ultimi anni tra Sun e Intel. Questa collaborazione ha portato al supporto per l’Enhanced Intel SpeedStep, al supporto alla gestione dei guasti per il Predictive Self-Healing, al supporto ottimizzato per i processori Intel, ad ottimizzazioni nella virtualizzazione xVM, ed a nuovi driver grafici e di rete. Intel ha anche rilasciato una utility per l’aggiornamento del microcode ed anche il supporto per l’Intel 4965 WiFi, l’Advanced Management Technology (AMT), l’I/O Acceleration Technology (IOAT), ed una moltitudine di altre innovazioni Intel.

Inoltre Solaris 5/08 adesso dovrebbe anche supportare i processori Xeon 5400 “out of the box” così come gli AMD Opteron 2300 Quad-Core. Il supporto per l’Enhanced Intel SpeedStep Technology, ossia la regolazione dinamica della frequenza e del voltaggio della CPU in base al carico, era apparso già in Solaris Express Developer 9/07, ma questa è la prima release di Solaris 10 che contiene questa tecnologia per ridurre il calore generato e preservare la vita delle batterie. Lo SpeedStep è supportato in Linux da molti anni tramite cpufreq.

Un’altro miglioramento nel settore hardware è il supporto per il SATA ATAPI nel driver AHCI (Advanced Host Controller Interface). Adesso i lettori CD/DVD Serial ATA possono operare in modalità AHCI invece di affidarsi alla modalità compatibile impostata dal BIOS della scheda madre. In aggiunta, il driver AHCI supporta finalmente l’NCQ per i dischi. Il Native Command Queuing dovrebbe garantire prestazioni superiori per i dischi SATA in alcuni ambienti.

Anche SunVTS, la suite di test della compatibilità hardware, è stata aggiornata alla versione 7.0, che include il supporto al testing basato sugli scopi, un utilizzo semplificato, un nuovo framework di architettura, e una nuova enterprise view.

E’ stata creata una utility per il flash del firmware delle periferiche dall’interno di Solaris 10. Questa utility si chiama fwflash, e consente l’aggiornamento del firmware di periferiche HBA/HCA su bus PCI Express e PCI-X, compresa anche la possibilità di dump del firmware attuale su file.

Fuori dal settore hardware, Solaris 10 5/08 aggiunge Solaris OnDemand, che la Sun descrive come “un programma che offre il Software come servizio, che mette i fornitori di software indipendenti in grado di convertire le loro applicazioni da on-premise a servizi on-demand web based in 90 giorni o meno. Quando essi aderiscono al Solaris OnDemand possono lavorare con Sun ed i fornitori di servizi hosted ad affinare i loro prodotti per la massima scalabilità, sicurezza e risparmio.”

Questa nuova release porta anche il supporto per i Solaris Containers che eseguono ambienti virtualizzati di Solaris 8 e Solaris 9. Ciò consente ai clienti di migrare a Solaris 10 sul sistema host mentre continuano ad utilizzare gli applicativi dipendenti da Solaris 8/9 dentro ad un ambiente virtualizzato. Nel campo della virtualizzazione, un aggiornamento ai Solaris Containers ora offre una feature che Sun definisce “CPU Capping”, ossia l’attivazione di un limite assoluto (ma modificabile) impostato per l’utilizzo della CPU da parte di un progetto o zona virtuale.

Inoltre da adesso Solaris comprende di default il package Solaris Trusted Extensions.

E’ stata aggiunta una utility per gestire i file PPD (PostScript Printer Description) nel sottosistema di stampa. Questa utility supporta l’aggiunta di un nuovo file PPD, il raggruppamento di file PPD all’interno del repository, e l’aggiornamento della cache che viene utilizzata dal Solaris Print Manager. Sempre relativamente alla stampa, questo aggiornamento di Solaris 10 supporta anche la parte client dell’Internet Printing Protocol (IPP) anche con servizi di stampa eseguiti su piattaforma Linux e Mac OS X.

Per gli utenti desktop, la 5/08 contiene nuove versioni di molte applicazioni, ad esempio StarOffice 8, Adobe Flash Player 9, NetBeans 6.0 e Pidgin 2.0. Come equivalente del 7zip di Windows, è stato integrato p7zip. Inoltre sono adesso inclusi sia un server Xvnc che il client vncviewer.

Dato che Solaris 10 è la versione Sun ufficiale, la 5/08 non contiene ancora alcune delle features disponibili in OpenSolaris e anche in Solaris Express Developer 1/08 del gennaio scorso, come ad esempio il supporto libvirt per Sun xVM, X.org 7.3 con RandR 1.2, il Caiman Installer, o persino il driver RadeonHD per il supporto delle schede grafiche ATI/AMD più recenti.

Articolo originale su Phoronix